martedì 22 maggio 2018

" Whiskey Sour" Il drink a sorpresa




Poche idee e confuse, questo a simboleggiare l'inizio della mia serata, in uno di quei soliti week-end in cui hai semplicemente voglia di te stesso, di comode  ciabatte,  dell'inseparabile divano ed una birra fredda, la più economica a cui confidare i segreti più intimi. Sotto la doccia, il veloce getto d'acqua portava via la schiuma  dal mio corpo, a ritmo di Vibrazioni:
"L’alba che scopre il mio viso
  Sono sveglio e mi vesto nel posto
  Sbagliato
 Così sbagliato"….
Continuavo a canticchiare, in una doccia Sanremese, in pieno stile debuttante allo sbaraglio, vorranno perdonarmi le "Vibrazioni", ho fatto del mio meglio,  ma la parola "sbagliato" mi convinse al tradimento d'Amore più difficile e complicato della storia, senza spiegazioni abbandonai il divano. Vestito velocemente, come un amante frettoloso, uscii di casa, mi piacerebbe dire a bordo della mia fiammante auto, o un Harley stile biker,  ma a disposizione avevo una bicicletta e la mia cara e vecchia "Non fare scherzi", una Daewoo Lanos del 2001 km 200.000, battezzata così  perché uscire in sua compagnia era un colpo indescrivibile di adrenalina, la sua permalosita' e gelosia alla vista di altre macchine poteva decretare il fine serata, e passeggiatina a piedi…
Con lo stereo a palla, mi funzionava un solo altoparlante, il vento in faccia, il finestrino lato passeggero non completava la  chiusura, mi diressi verso il quartiere della mouvida giovanile, almeno questa era l' intenzione, perché Non fare scherzi  insensibile come sempre decise di fermarsi in via "Vicolo Pistacchio"…
Una lunga passeggiata,  gli amici quando servono non rispondono mai, fui attirato ed incuriosito da una gran folla di ragazzi fuori da un bar, regalano da bere pensai, decisi  di entrare. Bella musica, bel locale, non ricordo il nome forse "Su di Giri", bella gente,  avevo una gran sete dopo la maratona serale a cui avevo partecipato, e semplicemente volevo dell'acqua minerale. Con fatica mi avvicinai al bancone, domandai una minerale, una ragazza  come fossi un alieno mi guardò sorpresa,  con vergogna cambiai scelta e fu subito amore: "WISKEY SOUYR"…..letto per sbaglio sulla brochure aperta dei cocktails..
Il whiskey sour, pur avendo un’anima d’acciaio, è un cocktail avvolgente, dal sapore preciso e netto, con i profumi caramellati e affumicati del bourbon che si ritrovano rinfrescati dalla carica aromatica del limone.
Il metodo di preparazione è quello dei primi cocktail:
zucchero nel bicchiere, succo, whiskey e ghiaccio sbriciolato o almeno questa è la prima ricetta scritta da Jerry Thomas.
Oggi si tende a usare lo sciroppo di zucchero per avere un cocktail più amalgamato e compatto, ma nulla  vieta di usare il metodo antico.

Ingredienti e dosi del Whiskey Sour

4,5 cl di bourbon whiskey
3 cl di succo di limone
1,5 cl di sciroppo di zucchero

Pix promenade...


Nessun commento:

Posta un commento