martedì 24 gennaio 2017

Angelo dell'Amore



Racconto di una storia
ve lo dico
di un frate
una ragazza ed un bandito
il tempo
non era medioevale
ma di maschere
senza carnevale.
I tre
avevano un segreto
nascosto
dentro un tempio
senza credo
dove tutto
perdeva la ragione
amore  di pianto 
e di prigione.
Va bene
al di là
di spazio e tempo
vado avanti
iniziamo dal convento
dove tutto
ha preso la sua forma
e incarnato
il piacere in una donna.
Frate Antonio
questo era il nome
di chi
aveva scelto una missione
di chi
veva fatto giuramento
di vivere
da solo in un convento. 
Il Frate
era quello Francescano
il  sacro
usava spesso col profano
il saio
lungo e nelle dita
Il simbolo
Cristiano senza vita.
La missione
era quella di aiutare
chi peccava
 e smetteva di rubare
chi voleva
togliere  il dolore
nel  vendere
il corpo senza onore.
Il Frate
da tutti conosciuto
Era alto
ed anche un po' barbuto
con un vizio
di forma alimentare
di gioco
con le donne per l'amore.
Fonzo
era il nome del bandito
la cui rima
per  pudore non la dico
il cui corpo
filiforme  un po'smagrito
lo rendeva
goffo nel vestito.  
Non era Robin Hood
ma un brigante
rubava
alla gente  benestante
toglieva
tutti i soldi dalla chiesa
la carità
vestita di chi prega.
Infine
abbiamo lei
la prima donna
il cui titolo 
accompagna la sua gonna
tessuto
fatto  di  piacere
la castità
bevuta dal bicchiere.
Bella
un angelo dannato
che risorge
e muore nel peccato
anche se
in fede ve lo dico
ad ognuno
il suo piacere e la libido.
Culpa
Mea  culpa disse il Frate
al bandito 
senza onore e senza  pace
un invito
fatto con la croce
ad entrare 
nel convento della luce.
Fonzo
per paura di peccare
in ginocchio
chiese al Frate come fare
tolse
i vecchi panni e il malaffare
e scelse
la strada per pregare. 
L'inverno
era buio nel convento
i due frati
pregavano nel Tempio
canti
ed inni religiosi
per sopire
i loro istinti e i caldi fuochi.
Ma il diavolo
è sempre tentatore
bussa spesso
lontano dal signore
e a bussare
non erano le suore
ma prima donna
vestita da pastore.
Milady
cosa fate li' nel freddo
la conobbe
Frate Antonio e il suo cappello
il cui sguardo
 si fece peccatore
chiuse gli occhi
 "ascoltatemi Signore".
Prima donna
di fretta ormai entrata
Senza luci
sembrava una sfilata
gli abiti
tolse da pastore
chiese conforto
ai frati del Signore.
Sono qui
 nel silenzio per pregare
vi prego
concedetemi un'altare
voglio bere
la coppa del signore
 e confessare
la causa del dolore.
Frate Antonio
legato al suo bel vizio
con la veste
creò un artifizio
condusse
in una stanza prima donna
il peccato
senza  la vergogna. 
Fonzo
il frate malfattore
volle unirsi
al canto del dolore
anche lui
chiese la vergogna
e si uni'
 carnalmente a prima donna.
La notte
trascorse lentamente
le campane
suonarono contente
prima donna
di soppiatto tra le scale
rubò 
il bottino dell'amore.
I due frati
senza il desiderio
si accusarono
l'un l'altro di adulterio
appellativo
del tutto femminile
chiedo scusa
preferisco il maschile.
L'ira
divenne furibonda
il peccato
senza la vergogna
il duello
di due frati nel dolore
per  l'angelo
dannato dell'Amore.

Pix Promenade

Nessun commento:

Posta un commento