venerdì 11 marzo 2016

Borgo di donna




Spazio fiorito
illuminato 
profumo di un ricordo
mai sbiadito.

Sole giuramento 
patto amico
amore ritrovato
e poi smarrito.

Oh
se il lamento fosse nebbia
ad abbracciar il tuo corpo
che solfeggia. 

Nascosto  dietro un tocco 
e la sua brezza 
a ricordar piacere
e una carezza.

Oh borgo strano
borgo amico
che hai rapito il cuore
e il sonno ardito.

Custode
del passo di una donna
anima
mia viandante vagabonda.

Lo sguardo
fermo in lontananza 
trattiene la mia ombra 
e la tua stanza. 

Pix Promenade 

Nessun commento:

Posta un commento