giovedì 7 gennaio 2016

Anima nella notte

Anima
rubata nella notte
impronta
latente di pensieri.

Voce
calda di ricordi 
granello
di clessidra e desideri. 

Il tempo
si è fermato a quel minuto
ad un bacio nascosto
ad un saluto.

A quel fiore
strappato al suo tormento
che invoca il tuo amore 
contro vento.

Adesso
nel  mondo della notte
dove corrono 
caldi i miei pensieri. 

Che nascono
e vivono di sogni
la tua figura 
risveglia i desideri . 

Oggi
e per sempre il mio domani
sei l' incudine e martello
tra le mani. 

Sei la forza
che porto dentro il cuore
sei l'orgoglio
che in silenzio chiamo  amore.

Perché sei l'attimo 
della mia sete
mentre pian piano
finisce  l'estate. 

Mentre l'autunno
corre felice
saluta il  vento
e la foglia che cade.

Vedo i tuoi occhi
ricordo i colori
sento i rumori
e la gente di fuori. 

Al naso tornano
i nostri odori
ricordi sfuggiti
alla terra dei fiori.

Calpesto inerme 
il tuo vecchio passo
smarrito per strada
all'ombra di un masso.

Ne trovo un altro
rimasto da  solo
accanto a un ricordo
che tenta il suo volo.

Ti  ritrovo
nella mia mente
di ogni tramonto
sei acqua sorgente.

Di ogni pensiero
la forma elegante
il  graffio eterno
che brucia la carne. 

Gesto d'amore
rubato alle fiamme
anima priva 
del sole che piange.

Ti osservo distesa
dal cielo rapita
da un tocco confusa
per essere amata.

Perché  è così
che mi vieni a svegliare 
un gesto caldo
 quasi del mare.

La  Voce lenta
 ricca di sale
agli altri l'amaro
a me il tuo pensare.

Poesia di Giuseppe Bonanno  Pix Promenade 







Nessun commento:

Posta un commento